Il piano dei conti UE è l’elenco di tutti i conti usati nelle scritture contabili per redigere il bilancio in formato direttiva 2013/34/UE ed è quindi idoneo per  la presentazione del bilancio XBRL al registro delle imprese presso le Camere di Commercio.

Schema di bilancio del piano dei conti UE

Il piano dei conti UE è stato introdotto con la nuova Tassonomia delle imprese di capitali che redigono i bilanci in base alle disposizioni del PCI2016-11-14.

La direttiva 2013/34/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 giugno 2013 riguarda i bilanci d’esercizio, i bilanci consolidati e le relative relazioni di talune tipologie di imprese con modifica della direttiva 2006/43/CE del Parlamento europeo e del Consiglio e abrogazione delle direttive 78/660/CEE e 83/349/CEE del Consiglio.

Piano dei conti UE esempio XLS

analisi di bilancio con piano dei conti UE

Software per la redazione e l’analisi di bilancio con il nuovo piano dei conti UE in formato Direttiva 2013/34/UE, nota integrativa, calcolo rating Basilea 3 e merito di credito Mediocredito Centrale.

Il software opera una conversione automatica dal formato 2015 al formato 2016 (DIR 2013/34/UE) per rendere comparabili i bilanci vecchi con quelli nuovi

SCOPRI

La Direttiva 2013/34/UE

ha abrogato le precedenti IV e VII Direttiva Comunitaria relativa ai bilanci annuali e consolidati. Parte del vecchio contenuto è stato riproposto, parte è stato tolto (ad esempio i Conti d’ordine), parte è stato sostituito innovando l’ordinamento contabile in conformitĂ  all’evoluzione delle migliori prassi internazionali.

Le principali novitĂ  introdotte sono state:

  • eliminazione della possibilitĂ  di capitalizzazione di spese di ricerca e costi di pubblicitĂ ;
  • obbligo di redazione del rendiconto finanziario (non sono obbligate le societĂ  che presentano il bilancio in forma abbreviata e le micro-imprese);
  • eliminazione area straordinaria dal Conto Economico;
  • introduzione principio di rilevanza;
  • introduzione principio di prevalenza della sostanza dell’operazione;
  • obbligo di iscrizione dei derivati (sia di copertura sia non di copertura) al loro fair value (le micro-imprese non applicano la disposizione);
  • obbligo di valutazione dei titoli immobilizzati, crediti e debiti al costo ammortizzato (non sono obbligate le societĂ  che presentano il bilancio in forma abbreviata e le micro-imprese);
  • modifiche alla disciplina dell’ammortamento dell’avviamento;
  • correzione criterio di valutazione poste in valuta;
  • iscrizione delle azioni proprie a diretta riduzione del patrimonio netto;
  • modifiche agli schemi di Stato Patrimoniale e Conto Economico;
  • eliminazione dei Conti d’ordine (da riportare in Nota Integrativa);
  • modifiche al contenuto della Nota Integrativa;
  • nuovo bilancio delle “micro-imprese”;
  • impatto delle novitĂ  sui bilanci delle societĂ  di persone.

Confronto tra il vecchio piano dei conti IV Direttiva CEE e il nuovo piano dei conti UE

Per effettuare analisi di bilancio comparative omogenee è necessario che i vecchi bilanci presentati in formato IV DIRETTIVA CEE (antecedenti quindi il 2016) siano convertiti al nuovo piano dei conti UE in formato Direttiva 2013/34/UE, operazione facilmente attuabile tramite il software MKT-Analisi di Bilancio.

Download XLS

Scarica esempio XLS confronto piano dei conti UE e IV Direttiva CEE

Piano dei conti UE confronto CEE PDF

Ti potrebbe interessare

Articoli correlati

  • calcolare indici crisi impresa

Come calcolare indici crisi impresa e DSCR

15 Giu 2022|

In questo articolo vediamo come calcolare indici crisi impresa secondo il nuovo codice della crisi e dell'insolvenza che entra in vigore il 15/07/2022. Il nuovo codice della crisi d'impresa prevede infatti l'obbligo di [...]

  • Come richiedere Centrale Rischi

Come richiedere la Centrale Rischi

14 Mar 2022|

Prima di spiegarti come richiedere la Centrale Rischi vediamo che cos'è la Centrale Rischi: la Centrale Rischi (CR) è un documento PDF rilasciato dalla Banca d'Italia. Questo documento riporta tutti i dati relativi ai debiti [...]

Crisi d’impresa novità 2022

28 Feb 2022|

Aggiornamento maggio 2022 - Il Decreto PNRR 2 ha rimandato al 15 luglio 2022 l’entrata in vigore del nuovo Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza Ecco la novità del 2022 per la [...]